8 dicembre 2010

Lace cookies - biscotti con fiocchi d'avena

oggi dovevamo andare a Marciaga, dove ogni anno il 8 dicembre fanno
la sagra dei biscotti.
ma visto che ha piovuto di gusto tutto il giorno, non posso far altro che mettervi qualche foto vecchia e quello che ho trovato scritto sul sito Marciaga.it

La festa risale al XV secolo quando si sviluppò il Santuario della Madonna del Soccorso . Dal 1890 la festa fu trasferita nella chiesa della parrocchiale ed incominciò in tempi più recenti la Sagra del Mandorlato, per la vicinanza della data di S. Lucia, il giorno dei regali ai bambini. Nel giorno dell’Immacolata Concezione la tradizionale "GARA DEI MUSSI".
Quattro asini si sfidano per il palio delle contrade E a fare da fantini improvvisati ci sono quattro bambini per evitare le proteste degli animalisti Marciaga . Un percorso di circa 500 metri che quattro asini, montati da altrettanti ragazzini, devono percorre almeno quattro volte. È la corsa degli asini di Marciaga, una sfida fra contrade, che ormai si svolge negli impianti sportivi da 22 anni in occasione della festa dell’Immacolata Concezione. La corsa fa parte del calendario di manifestazioni organizzate per la festa dei biscotti in programma nella frazione sempre 8 dicembre.
«I biscotti sono le castagne che verranno servite accompagnate dal vino nuovo durante tutta la giornata»,
«L’8 dicembre da sempre per Marciaga è la festa della Madonna».
Già nei secoli scorsi la gente si ritrovava in piazza a mangiare le caldarroste. Un modo di stare insieme che la frazione negli ultimi anni ha trasformato in una vera e propria festa di piazza.
«La corsa degli asini è stata introdotta nei primi anni "80"per movimentare la giornata e ormai ha preso piede fra la popolazione che viene ad assistervi numerosa».
I quattro asini corrono ognuno in rappresentanza delle contrade Cortina, La Villa, Madonna e Tavola, che fanno parte della frazione.
«La gara è vissuta come un vero e proprio palio. La corsa in sé è divertente da vedere perché è difficile condurre degli asini e far loro percorrere un tragitto prestabilito. Spesso si fermano, deviano per la tangente o addirittura cercano di tornare indietro. Ma alla gente quello che interessa di più è, come appunto nel palio, la fase preparatoria, cioè la pulizia, la bardatura degli animali e poi la sfilata che precede la gara».
A fare da fantini improvvisati quattro bambini. Una scelta obbligata e dettata dalle proteste delle associazioni animaliste che consideravano la gara un gioco crudele.


la Rocca di Garda vista dal Monte Luppia
baia di garda - rocca di garda

lago di garda da Costermano

san vigilio da costermano 5 may 2010


avevo anche preparato un pacchettino di impasto già pronto per fare i Pepparkakor
alla mia amica Laura, lo allungherò in palestra domani, sperando che Robi non mangi tutto l'impasto (è buonissimo anche crudo! :-DDD)

pepparkaksdeg

così oggi poteva essere un giorno perfetto per biscottare!

questa ricetta l'ho trovata su uno dei ricettari di Iris, che ci ha prestato Manfred.

lace cookies


Lace cookies
(credo che il lace si riferisce all'aspetto del biscotto, che sembra un pizzo)

lace cookies


vi serve:

175gr di fiocchi d'avena (possibilmente integrali o cmq non precotti)
200gr di burro
200gr di zucchero di canna
1 bustina di zucchero vanigliato
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di miele o sciroppo d'acero
3 cucchiai di farina
2 uova


mettere i fiocchi in una bacinella.
in una padella far sciogliere il burro con lo zucchero e quando è sciolto, versarlo sopra i fiocchi
mescolare bene e lasciare riposare una notte al fresco (balcone, terrazzo, entrata)
il giorno dopo, non spaventatevi quando vedete la massa pietrificata, è giusto così.
mettere tutto nell'impastatrice* ed aggiungere il resto degli ingredienti, tranne le uova.
mescolare bene e poi aggiungere le uova leggermente sbattute.

con un cucchiaio fare dei mucchietti piccoli e ben distanziati sulla placca da forno ricoperta di carta forno. (si allargano tanto in cottura)
infornare in forno già caldo a 200° statico - 225° ventilato per ca 8min.
sono pronti quando vedete che i bordi si colorano di scuro.
lasciarli raffreddare completamente prima di mettere via.
per far prima, togliete la carta forno con i biscotti sopra dalla placca calda.
non so quanto possano durare, perché qui sono finiti in giro di 2 giorni (ed avevo fatto doppia dose)
ma credo che messi in scatola di latta o vaso di vetro durino almeno 10-15gg.
ricordatevi di mettere sempre un foglio di carta forno a misura tra uno strato e l'altro
quando mettete via i biscotti nelle scatole di latta.
se volete usare scatole in cartone decorate, ricordatevi di tenerli sempre in un posto caldo ed asciutto, se no i biscotti prendono l'umido, si "smollano" e sanno di cartone.

lace cookies




Brigida_ate:
* anche a mano, ci mettete un'attimo sciogliere la crosta con un cucchiaio di legno.


ho anche fatto i elisenlebkuchen di Alex, sono venuti bruttissimi ma buoniiiiiiii!!!!!

lebkuchen di Alex

4 commenti:

Marjlou ha detto...

Devono essere davvero buonissimi!
E poi sembrano poco impegnativi!
Sicuramente da provare!

Simo ha detto...

I biscotti di nonna Iris...beh, allora devono essere buonissimi, me li copio!
baci baci

aldarita ha detto...

Va be', pensavo di aver finito di biscottare, ma con una ricetta così allungherò di un altro giorno la produzione...

Marcela ha detto...

Bel periodo per biscottare... poi il clima aiuta. :D
Interessanti questi biscotti d'avena. Il libro è una traduzione dal inglese al tedesco? Dico per il nome "lace cookies" in inglese.
Ora vado a guardare la tua ricetta di Pepparkakkor, che ho formine da inaugurare. ;)
Baci,

Marcela

Posta un commento

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

The Foodie BlogRoll

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs